beavers.it
Cos'è
Beavers?
Se non sapete perchè siete qui questo è il posto giusto dove iniziare.
χ

Vive, Morpheus ed Oculus a confronto

Visto l’uscita ufficiale di Oculus rift nel 2016 assieme a Project Morpheus mi sembra doveroso condividere il talk tenuto al Woman Tech Makers & Friends dove hanno chiamato noi di Tech Coffee (ed ho parlato io) a spiegare le differenze tra i prototipi dei tre maggiori competitors che si affacceranno sul mercato il prossimo anno.

Spero vi sia piaciuto! :)
Purtroppo il filmato non c’è perchè è morto il PC mentre registravamo -_-

Un articolo di the TMO

Puoi trovarmi su Twitter o Facebook

per gli amici Timo, è in realtà Marco E. Giammetti, sul pianeta terra dal 1979 e grafico dal giorno prima. Ha cominciato a mettere le appiccicaticce manine sui videogame all’ età di 3 anni con un Vic 20 e non ha più smesso di giocare da quella data in poi, frequentando sale giochi malfamate e rischiando più volte la bocciatura a scuola per tentare di uccidere quell’ ultimo maledetto boss.

06 Maggio 2015
Categoria: Comics

Commenti

5 risposte a “Vive, Morpheus ed Oculus a confronto”

  1. Alessandro Barbagallo ha detto:

    Molto interessante, mi sembra di capire che avere un refresh rate troppo alto potrebbe essere un problema quindi?

    • Marco Giammetti ha detto:

      Eccomi! No, so che è una parte complicata quindi cerco di spiegarla meglio qui: Il refresh rate più alto è meglio è. Però solo se allo stesso refresh rate, ad esempio 90hz, equivale o supera il numero di FPS, cioè in questo caso 90 FPS. Se gli FPS sono più bassi del refresh rate (sotto i 75hz-fps) si rischia il mal di stomaco.

    • Alessandro Barbagallo ha detto:

      Allora per dei dispositivi non molto prestanti (ps4, pc di fascia media) raggiungere quei numeri elevati potrebbe essere un problema. Se ho capito bene se il numero di fps è di 90 è meglio avere uno schermo a 90hz piuttosco che uno a 120hz?

    • Marco Giammetti ha detto:

      Beh si, ma a quanto pare Sony ha trovato il modo non solo di far andare i giochi a 120fps ed a 120hz (sono giochi studiati appositamente ovviamente) ma ha anche una qualità ottima dello schermo e delle lenti. Insomma se fanno la furbata e rendono Morpheus un competitor e non un semplice accessorio la situazione si farebbe parecchio interessante.

      Anche perchè fino ad ora i migliori controlli “waggle” creati a basso costo sono i Move, in mezzo alla marmaglia, quindi non ho dubbi che faranno cose fichissime anche con la VR.

    • Alessandro Barbagallo ha detto:

      grazie, tutto chiaro adesso

Lascia un commento

Speciali

Speciale Uncharted

[HTML1] Con la pubblicazione della Nathan Drake Collection su Ps4 finalmente tutti (non tutti) gli episodi di Uncharted sono stati rimessi a nuovo. Nuova grafica, nuova risoluzione, nuovo sistema di mira, 60fps e texture in abbondanza! Ne approfitto per parlarne un pò a modo mio, come al solito no major spoiler anche perchè Sony dice […]