beavers.it
Cos'è
Beavers?
Se non sapete perchè siete qui questo è il posto giusto dove iniziare.
χ

Plastica, leggera, scivolosa

Succede che a volte ci siano dei giochi all’uscita di una console che, per un modo o per un altro, vengono esaltati senza motivo. Nel caso del lancio di una periferica importante come il Move, perlomeno per quanto riguarda l’america visto che qui in europa ci trattano come le più schifose pezze per il pavimento, si può parlare di vera e propria Line Up di lancio.

Non sarà questo il caso di Tumble, uno dei titoli usciti assieme al Move, prodotto dagli indipendenti Supermassive Games in esclusiva per PSN. In Tumble dovrete affrontare diverse tipologie di rompicapo basati sulla fisica e per la maggior parte delle volte incentrati nell’ inserire o far esplodere blocchi di vari materiali, come plastica, vetro, gomma, legno, ognuno con un proprio peso, una forma peculiare e una proprietà (Il vetro è scivoloso, la gomma ha una maggiore aderenza).

Detto così sembrerebbe una versione modificata di Jenga con un pò di Boom Blox di contorno. Diciamo che Tumble non è proprio un concept innovativo se non fosse per una particolarità: è il primo gioco per Move che fa vedere la NETTA differenza che c’è con il Wiimote.
L’ambiente di gioco è totalmente tridimensionale, e questo potrebbe anche non significare nulla, ma cercherò di essere più chiaro: Con Boom Blox, o lo stesso Jenga, avevamo la possibilità di gestire i diversi blocchi all’interno dello schermo con un puntatore, il limite dello schermo era anche il limite del nostro controllo. La stessa asse Z non era basata sulla nostra posizione ma sempre e comunque calcolata in base al puntatore.

In Tumble ci ritroviamo con l’ambiente di gioco esteso per tutta la vostra camera. Vi muovete fisicamente verso destra? Vuol dire che siete alla destra della stanza del gioco. Andate più vicini alla telecamera e vi avvicinerete al punto che avete calibrato (e per ricalibrarlo, basta puntare alla PSEYE e premere Cerchio, fine). Volete posizionare un blocco in maniera particolare? Ho visto i miei amici andare in giro per la stanza spostando il braccio come se avessero davvero i blocchi in mano.
Potete puntare in alto, in basso, ma letteralmente SOTTO ai blocchi o SOPRA.
Non riesco a descrivere la sensazione. Vi ho fatto un disegno ma è una cosa da provare assolutamente.
E non oso pensare cosa può essere giocarlo su di un televisore 3D, visto che supporta appieno questa tecnologia.

Il gioco vero e proprio è dotato di una semplicissima grafica tondeggiante dalla palese influenza Valve, infatti sembra di essere in un misto tra l’ascensore ed una test chamber di Portal, con una voce femminile che, in un italiano perfetto e ben recitato, vi spiega cosa fare, missione dopo missione. Ce ne sono più di 70, dal creare una torre con dei pezzi predefiniti, alla distruzione di torri gia impostate, minigiochi con le esplosioni, laser, aste di limbo che vi fanno cadere i pezzi e non vi dico altro per non rovinarvi la sorpresa, ma vi assicuro che gli engmi del single player sono tosti e appaganti.
La fisica ovviamente fa da padrone, gestita in modo anche permissivo ma sempre realistica quel tanto che permette di dover fare attenzione al posizionamento e alla precisione delle mosse.

Il multiplayer è invece una versione 1 contro 1 delle varie tipologie di enigma che trovate nel gioco normale, con l’aggravante di bonus e pugni gratuiti reali per evitare di far posizionare blocchi all’avversario. Sfidare un amico in un torneo con sfide randomizzate o una partita veloce è semplice e immediato, il gioco ha un’interfaccia veramente semplice ed intuitiva, nonostante sia un pò lenta.

L’unica cosa che rompe pesantemente sono le musiche, un pò monotone, perchè per il resto il feedback sonoro dei vari materiali è proprio fatto bene, sentire la gomma che fa “gnik gnik” quando ci passate sopra il vetro è spassosissimo.
La cosa migliore è che costa 9.90€, e c’è anche la Demo da scaricare. Praticamente non solo è il miglior gioco disponibile per Move, ma è anche il più conveniente.
Non fatevelo scappare, sarebbe veramente un peccato.
Ah, mi raccomando, se avete intenzione di comprarlo ricordatevi di Scaricare PRIMA la demo, installarla, e dopo scaricare la Key, altrimenti vi rimane come “demo” -_-

Ora son curioso di provare l’altro gioco dei Supermassive, Start the party… Per il resto complimenti, hanno sfruttato le SDK del Move in relativamente poco tempo ed in modo efficace, li terrò sicuramente sotto il Radar.

A presto!

Un articolo di the TMO

Puoi trovarmi su Twitter o Facebook

per gli amici Timo, è in realtà Marco E. Giammetti, sul pianeta terra dal 1979 e grafico dal giorno prima. Ha cominciato a mettere le appiccicaticce manine sui videogame all’ età di 3 anni con un Vic 20 e non ha più smesso di giocare da quella data in poi, frequentando sale giochi malfamate e rischiando più volte la bocciatura a scuola per tentare di uccidere quell’ ultimo maledetto boss.

01 Ottobre 2010
Categoria: Comics

Commenti

3 risposte a “Plastica, leggera, scivolosa”

  1. P-Dave ha detto:

    Demo scaricata, domani lo si prova. ^^

    • P-Dave ha detto:

      Lo stiamo provando in due in questo momento. Mi rimangio tutto quello che avevo detto sull’imprecisione riscontrata con il ping-pong. Erano MESI che io e mia moglie non ci scannavamo cosi’ con un viggi’. XD

      Way to go, Sony!

Lascia un commento

Speciali

Speciale Uncharted

[HTML1] Con la pubblicazione della Nathan Drake Collection su Ps4 finalmente tutti (non tutti) gli episodi di Uncharted sono stati rimessi a nuovo. Nuova grafica, nuova risoluzione, nuovo sistema di mira, 60fps e texture in abbondanza! Ne approfitto per parlarne un pò a modo mio, come al solito no major spoiler anche perchè Sony dice […]