beavers.it
Cos'è
Beavers?
Se non sapete perchè siete qui questo è il posto giusto dove iniziare.
χ

Call of Duty: Black Ops III

CodFall

Call of Duty: Black Ops III

null

Black Ops 2

CODBLOPS3 è ambientato in un non meglio specificato futuro in cui non specificate fazioni si prendono a randellate sui denti. Essendo il futuro ovviamente ci sono robottoni cattivissimi ed il nostro protagonista, nella miglior tradizione Robocoppiana, viene modificato ciberneticamente dopo essere stato mutilato orribilmente. Uguale uguale al COD scorso. Visto che riciclare il gameplay funziona, tanto vale riciclare anche le trame, così si risparmia tempo

null

Questa volta però non hanno Kevin Spacey, quindi si sono rivolti al più economico Robert Picardo, dottore di Star Trek Voyager.
C’è da dire che qualcosa è cambiato in questo CDO, è leggermente più politically correct. Questa volta non stiamo sparando a generiche_popolazioni_dal_colore_marroncino_o_giallo™ in totale autonomia, lo facciamo aiutati da una delle generiche_popolazioni_dal_colore_marroncino_o_giallo™, che i nostri nerboruti e meccanici eroi manderanno al macello ondata dopo ondata, nella miglior tradizione Zapp Brannigan.

null

Dal punto di vista della trama ci troviamo davanti ad un prodotto un po’ più lungo del solito, ma completamente confusionario. Anche dopo aver finito il gioco non ho ancora capito chi spara a chi, proprio nel termine di fazioni ed in questo campo siamo decisamente indietro all’Advanced Warfare dell’anno scorso. Un peccato.
C’è anche da aggiungere che in questa edizione del gioco è possibile personalizzare il proprio personaggio, scegliendo fra una serie di modelli pre-costituiti. La giocabilità non cambia per nulla, ma è una aggiunta gradita.

Corri-scivola-muretto

Se dal punto di vista della trama siamo davanti ad una copia dell’anno scorso, il gameplay ha subito un po’ di innovazioni. Essendo il nostro muscoloso alter ego un prodotto di tecnologie future potrà fare un sacco di robe utili. Tipo guardare filmati di sorveglianza passando una mano sulla tastiera invece di premere i tasti, oppure chiamare un ascensore senza premere il bottone. Ah, il futuro…

null

Certo, ci sono anche una serie di potenziamenti cibernetici atti a far esplodere gente e/o robot nemici, ma alla fin fine vi ritroverete ad utilizzare prevalentemente quello che vi fa sparare delle cazzutissime VESPE ROBOT in faccia alla gente ed a ridere della loro lenta ed agonizzante morte. Tutto il resto è noia, come diceva il Califfo.
I potenziamenti cibernetici offrono anche un po’ di possibilità dal punto di vista gameplay aggiungendo corse sui muri e scalate rapide di palazzi. Le arene in cui si spara alla gente sono un po’ più verticali del solito ed i nemici sono sempre tanti ed agguerriti. Spesso saranno all’attacco e cercheranno di fiancheggiarci. Altre volte stanno fermi ad osservare le macchie sul muro fino a quando non useremo il loro cervello per ridipingere le pareti di casa.
Devo dire che avrei apprezzato molto la possibilità di usare questi potenziamenti un po’ più spesso, tipo un Deus Ex sotto Ecstasy, ma il loro ruolo è stato rilegato ad un mero orpello, apprezzato ma non focale.
Leggermente più limitata la scelta delle bocche da fuoco, che saranno tutte da livellare con l’uso per sbloccare nuovi potenziamenti, che cambieranno l’estetica delle armi sia in fasi di gioco che in cut-scene. Molto apprezzato.
Come nel gioco precedente, power up e accessori si sbloccheranno grazie a dei gettoni che si guadagnano in base alle nostre performance in multiplayer o single player. Per quel che riguarda il multiplayer, tornano le solite modalità di COD, inclusa la modalità zombie.

E’ un CoD

Non c’è molto da dire. Se vi piace COD vi piacerà anche questo. Le mappe sono interessanti, i potenziamenti aggiungono un po’ di cambiamento ma senza stravolgere. La community è, come al solito, divertente come un rivetto da 12 sparato in un ginocchio.
A livello tecnico il prodotto è gradevolissimo. Solido a 60fps (su un pc molto potente), bella grafica e buoni effetti sonori. Il doppiaggio lascia molto a desiderare, ma questo modo di recitare un po’ da B Movie oramai ce lo aspettiamo.

7
Ringraziamo Activision per il codice Steam, il gioco è stato completato da Luca Zanella, non giochiamo poche ore e poi facciamo rece. Lo stesso Luca è colpevole del testo della striscia, quindi nel caso prendetevela con lui! :V ndTMO

Un articolo di Prophet

Puoi trovarmi su Twitter o Facebook

Sono capitato su questo sito di pazzi parecchio tempo fa, un semplice lettore come voi comuni mortali, ed il sito era differente allora; tutto era più semplice a quei tempi. Ma un giorno cominciarono le recensioni, e sentii un disturbo nella forza. TMO, Pupo e LostTrainDude erano soli e disperati, e solamente il successore della divina recensione di Hokuto poteva salvarli, ma era occupato. Quindi ho cominciato a dare una mano io. Gioco ai videogiochi da quando convinsi i miei genitori a regalarmi un Master System per Natale, e da allora non c'è stato giorno in cui non abbia trovato un modo per fare una partita ad un qualunque sistema di intrattenimento elettronico. Questo purtroppo ha generato in me un errore critico di sistema, da cui è nato Casimiro; personificazione di tutto ciò che c'è di sbagliato e corrotto nella community dei videogiocatori. Almeno ci fa ridere.

27 novembre 2015 Categoria: Comics Review

Commenti

Speciali

uncharted_header

Speciale Uncharted

Con la pubblicazione della Nathan Drake Collection su Ps4 finalmente tutti (non tutti) gli episodi di Uncharted sono stati rimessi a nuovo. Nuova grafica, nuova risoluzione, nuovo sistema di mira, 60fps e texture in abbondanza! Ne approfitto per parlarne un pò a modo mio, come al solito no major spoiler anche perchè Sony dice che [...]

CSVrHv6WsAAFqoX

PSW’15 – Playstation Conference [parte 2]

Tekken 7 Torna anche il picchiaduro Namco. E’ il “sette” in ordine di uscita, ma la storia che lega i personaggi funge da prequel dell’intera serie. Gran Turismo Sport (esclusiva) Torna su PS4 GT, ma sarà incentrato pesantemente sull’online, tanto che hanno annunciato una cosa che potrebbe essere fantastica quanto inutile: le prove online dei [...]

pwg2015_comic_beavers

PSW’15 – Playstation Conference [parte 1]

Ricicliamo una vecchia striscia (opportunamente modificata :V), perchè il 27 Ottobre 2015, in quel di Parigi, si è consumata l’ennesima tragedia in casa Microsoft: Playstation organizza un media briefing per la Paris Games Week e droppa. Droppa ancora. Droppa di peso. Tra qualche istante si racconterà cosa, ma ritorneremo sul discorso “Console War” a fine [...]

TMO's Beavers è un marchio registrato
Creato e diretto da Marco Giammetti dal 2004 a oggi.
Programmazione Augusto Silvino | Grafica, xhtml e css by Marco Giammetti | Creato con orgoglio su Wordpress
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione sono coperti da copyright è quindi vietata la riproduzione anche parziale di contenuti sia grafici che testuali senza autorizzazione.

TMO's Beavers è un prodotto Tmoproject