beavers.it
Cos'è
Beavers?
Se non sapete perchè siete qui questo è il posto giusto dove iniziare.
χ

Dungeons 2

Chi è più cattivo? Sauron o Fidel Castro?

Dungeons 2

Normalmente Kalypso ci porta ai tropici, ma essendo estate ora fa caldo e non si trova una stanza nemmeno a pagarla oro.
Ed allora la stanza al fresco ce la scaviamo da soli in Dungeons 2.
E risponderemo anche alla annosa domanda: Chi è più cattivo? Sauron o Fidel Castro?

La ninfa Calypso è famosa per aver intrappolato Ulisse su un’isola per anni ed anni. la software house Kalypso invece è famosa per averci intrappolato su una isola virtuale per anni con la serie Tropico. Nel 2011 però rilasciano il decente Dungeons; gioco gestionale di ispirazione fortemente DungonKeeperesca e discreto successo di critica e vendite.
Dopo 4 anni di attesa è ora di vestire nuovamente i panni del signore del male e prendere a calci in faccia tutte le creaturine dolci e pucciose che vivono nella gioia e sicurezza dei regni della luce.

Nuovamente sottoterra

Dungeons 2 è un gioco ibrido fra gestionale e rts in cui prenderemo le puntute e trasparenti sembianze del malvagio signore del malvagissimo male, che in seguito all’ultima battalgia contro le forze del bene è stato distrutto e ridotto a poco più che uno spirito in grado di influenzare la mente dei sui sudditi.
Se la trama vi pare già sentita è perchè, effettivamente, lo è. Il gioco è un gigantesco omaggio ai clichè delle ambientazioni fantasy. Parlo di clichè e non di schifosa scopiazzatura perchè il gioco è pesantemente consapevole di tutte le citazioni; il narratore (lo stesso di Stanley Parable fra l’altro) continua a fare ripetuti commenti su come le cose gli sembrino familiari (ad esempio lo stregone Gandaldore, misto fra Gandalf e Dumbledore [Albus Silente in italiano]), e spesso si confonde a leggere il copione, menzionando Hobbits, Warcraft, ed anche una stoccata al Dungeon Keeper che EA ha rilasciato su piattaforme mobili.
Il gioco è a dir poco esilarante. Da amante di fantasy e pop culture mi sono ritrovato a ridere come un cretino davanti allo schermo, non ai livelli di South Park: SOT ma quasi; la voce del narratore è eccellente ed il copione davvero ben scritto.

Ma come ci giochiamo?

Il gioco è FORTEMENTE ispirato a Dungeon Keeper. All’inizio del livello ci troveremo con una base vuota o appena abbozzata nel sotterraneo della mappa. Qui avremo la possibilità di espanderci scavando in giro ed andando alla ricerca di vene d’oro. L’oro è ovviamente la moneta del gioco, e la utilizzeremo sia per comperare stanze (compresi i costosissimi equipaggiamenti delle stanze) che per pagare gli stipendi alle nostre egoistissime e puzzolenti creature delle tenebre.
A seconda delle stanze che costruiremo potremo sbloccare nuove funzioni, tipo la birreria, che fornisce l’indispensabile birra per i nostri sottoposti, la fucina dei trol per potenziare le nostre unità, oppure il laboratorio dei goblin, per creare potenziamenti per stanze, porte e trappole.
Trappole che sono importantissime, visto che dal mondo di sopra gli eroi scendono costantemente nel nostro dungeon in cerca di tesori e punti esperienza tramite i portali che collegano i livelli.
Questi portali però funzionano in entrambe le direzioni, ed ogni creatura che viene scaricata su di esso se ne va a fare una scampagnata, portandoci nel lato RTS della produzione.
Quando ci troviamo in superficie il gioco si comporterà come un gioco di strategia in tempo reale, in cui prenderemo il controllo dell’Orda e cercheremo di porre fine al dominio del bene sulle terre. Le varie trupper hanno differenti abilità e bonus e la chiave per la vittoria è un gruppo di creature che si integrano bene fra di loro. Ad esempio, gli orchi sono ottimi combattenti di prima linea, ed una volta potenziati guadagneranno una abilità per contrastare lo charme degli eroi; i naga sono arcei, ma potenziati diventano dei curatori e via discorrendo.
Nella fase RTS ci troveremo spesso anche a dover invadere dei dungeon rivali.
Il gioco è parecchio duale, la parte gestionale è realizzata davvero bene, ricca di contenuti e molto divertente, mentre la parte RTS tende ad essere piuttosto primitiva presentando potenziale, ma troppa poca sostanza per poter camminare sulle proprie gambe.
Per fortuna c’è la fantastica narrazione che ci riacchiapperà ogni volta che il pathfinding delle nostre stupidissime unità ci fallisce.

A livello tecnico siamo davanti ad un prodotto solido. Graficamente siamo a livelli gradevoli, il gioco è molto colorato e seppur non molto dettalgiato è estremamente carismatico.
Ma è a livello sonoro che il gioco rivela tutta la sua potenza. Centinaia di ilari linee di dialogo, tutte doppiate benissimo da un doppiatore davvero eccezionale.
Una delle cose che mi ha lasciato un po’ perplesso è l’estrema facilità della campagna. Il gioco sarà raramente difficile, e perdere una partita è quasi impossibile.

In conclusione, metà del gioco è davvero ben realizzata, l’altra molto meno; di fatto questo Dungeon 2 è un netto miglioramento rispetto al primo e la serie mostra delle potenzialità davvero alte per chi è alla ricerca di un Dungeon Builder divertente.

7.5
Dungeons 2 è disponibile su Steam o acquistabile dal sito web ufficiale in varie forme!

Un articolo di Prophet

Puoi trovarmi su Twitter o Facebook

Sono capitato su questo sito di pazzi parecchio tempo fa, un semplice lettore come voi comuni mortali, ed il sito era differente allora; tutto era più semplice a quei tempi. Ma un giorno cominciarono le recensioni, e sentii un disturbo nella forza. TMO, Pupo e LostTrainDude erano soli e disperati, e solamente il successore della divina recensione di Hokuto poteva salvarli, ma era occupato. Quindi ho cominciato a dare una mano io. Gioco ai videogiochi da quando convinsi i miei genitori a regalarmi un Master System per Natale, e da allora non c'è stato giorno in cui non abbia trovato un modo per fare una partita ad un qualunque sistema di intrattenimento elettronico. Questo purtroppo ha generato in me un errore critico di sistema, da cui è nato Casimiro; personificazione di tutto ciò che c'è di sbagliato e corrotto nella community dei videogiocatori. Almeno ci fa ridere.

12 ottobre 2015 Categoria: Comics Review

Commenti

Speciali

uncharted_header

Speciale Uncharted

Con la pubblicazione della Nathan Drake Collection su Ps4 finalmente tutti (non tutti) gli episodi di Uncharted sono stati rimessi a nuovo. Nuova grafica, nuova risoluzione, nuovo sistema di mira, 60fps e texture in abbondanza! Ne approfitto per parlarne un pò a modo mio, come al solito no major spoiler anche perchè Sony dice che [...]

CSVrHv6WsAAFqoX

PSW’15 – Playstation Conference [parte 2]

Tekken 7 Torna anche il picchiaduro Namco. E’ il “sette” in ordine di uscita, ma la storia che lega i personaggi funge da prequel dell’intera serie. Gran Turismo Sport (esclusiva) Torna su PS4 GT, ma sarà incentrato pesantemente sull’online, tanto che hanno annunciato una cosa che potrebbe essere fantastica quanto inutile: le prove online dei [...]

pwg2015_comic_beavers

PSW’15 – Playstation Conference [parte 1]

Ricicliamo una vecchia striscia (opportunamente modificata :V), perchè il 27 Ottobre 2015, in quel di Parigi, si è consumata l’ennesima tragedia in casa Microsoft: Playstation organizza un media briefing per la Paris Games Week e droppa. Droppa ancora. Droppa di peso. Tra qualche istante si racconterà cosa, ma ritorneremo sul discorso “Console War” a fine [...]

TMO's Beavers è un marchio registrato
Creato e diretto da Marco Giammetti dal 2004 a oggi.
Programmazione Augusto Silvino | Grafica, xhtml e css by Marco Giammetti | Creato con orgoglio su Wordpress
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione sono coperti da copyright è quindi vietata la riproduzione anche parziale di contenuti sia grafici che testuali senza autorizzazione.

TMO's Beavers è un prodotto Tmoproject