beavers.it
Cos'è
Beavers?
Se non sapete perchè siete qui questo è il posto giusto dove iniziare.
χ
Destiny: modalità cooperativa

Destiny: modalità cooperativa

In genere qualsiasi gioco in coop risulta divertente a prescindere; la scelta di Bungie potrebbe sembrare una paraculata, ma a mio avviso non è assolutamente così. Per Destiny è stato fatto un lavoro ABNORME sulla coop. Non ho paura a dire che probabilmente è stato settato un nuovo standard per gli sparatutto in prima persona.
Si, è vero: Destiny non è un semplice FPS, ha la (fondamentale) componente RPG che lo distingue da tutto il resto, ma è altrettanto vero che prodotti tipo Battlefield o Call of Duty fondano la loro fortuna sul multi competitivo e non sulla campagna Single Player, in genere solo abbozzata e ormai senza ragione d’esistere. Non sarebbe meglio una bella coop?
Bungie non si è limitata a realizzarne un’opzione, ma ne ha fatto il punto centrale e focale dell’esperienza che offre Destiny.

null

Tanto per cominciare non ci sono “missioni” che si susseguono una dopo l’altra, ma mappe (abbiamo detto che sono enormi? sono enormi ndTMO) divise in varie zone raggiungibili in qualsiasi momento del gioco a prescindere dall’obbiettivo principale, e questa scelta non è stata fatta a caso: nel bel mezzo dell’esplorazione capita di imbattersi in altri giocatori che magari inseguono un obbiettivo diverso dal vostro ma con i quali è possibile collaborare per sconfiggere le ondate infinite di nemici o gli eventi a tempo casuali. E tutto questo a prescindere se si gioca con una squadra formata da amici (fino a un massimo di 3 elementi) o “da soli” (termine che in Destiny è sempre relativo).

Le missioni PvE, che poi sono le stesse che affrontereste da soli (poveracci) hanno una rigiocabilità assurda:

  • la difficoltà si adatta in base al livello medio della squadra;
  • Gli oggetti rilasciati dai nemici sono “personalizzati” per ogni giocatore nella stessa partita, in pratica non ci si può fregare il loot;
  • Respawn continuo dei nemici a intervalli di tempo, ma appaiono in determinati punti o ce li porta un astronave. Meglio, perchè le munizioni non sono infinite eh! In effetti questa scelta fa molto Mega man…
  • Gli altri giocatori possono “invadere” gli spazi comuni della mappa anche se hanno obbiettivi missione indipendenti;
  • La stessa missione, affrontata con diversi giocatori, può far ottenere oggetti diversi e affini al proprio livello.
  • Ci sono zone segrete con supernemici di livello altissimo nascosti ovunque
  • L’esperienza di combattimento viene distribuita a tutta la squadra in modo uniforme
  • Zone a rientro limitato: se crepate assieme a tutta la squadra ricomincerete tutta la sezione. Come è giusto che sia, schiappe.
  • Eventi pubblici nelle zone delle mappe senza rientro limitato, random, può cadere qualcosa dal cielo o attivare una caccia al nemico senza preavviso. Questi sono uno spasso (e di solito dopo si balla tutti assieme! :V)

null

Le missioni di storia e di ricognizione quindi hanno le stesse mappe, ma vengono affrontate in modo molto diverso. La navigazione verso l’obiettivo delle missioni non è guidato e/o obbligatorio, nessuno vi vieta di cazzoneggiare in giro, però verranno disattivate tutte le missioni dedicate alla raccolta degli oggetti (ci arriviamo).

Quindi le missioni “storia” sono come dei veri e propri livelli, con un inizio ed una fine, un punto di partenza di solito comune a tutte. La presenza o meno di avversari ed altri Guardiani non è puramente scenica: più di una volta le zone comuni a tutti i giocatori me le sono ritrovate ripulite da altre squadre. Perdendo quindi la possibilità di fare esperienza (però ho fatto un sacco di accattonaggio prendendo il Loot! :V).

Discorso diverso invece per le zone in cui non è possibile essere risvegliati dai compagni, cioè le zone a rientro limitato, facilmente riconoscibili dal teschione che appare sull’ HUD, giusto per farvi capire che le cose si stanno per fare serie.

null

La parte che comunque ho sfruttato di più fino ad ora è stata la “ricognizione”. Praticamente ogni arma ed armatura di Destiny ha bisogno di oggetti e soldi (i lumen) per essere potenziata. Questi oggetti si trovano sia durante le missioni normali, oppure “smontando” gli oggetti e le armi che non utilizzate. Ma se rimanete a corto, o avete bisogno di un materiale particolare, l’unica vostra opzione è quella di scendere sul pianeta più vicino e cominciare a fare delle micromissioni di raccolta.

Queste cose le ho capite tipo dopo ore di gioco, anche perchè non ho avuto proprio neanche la decenza di leggere le carte grimorio su Bungie.net (essenziali per capirci qualcosa).
Pessimo. Però è stato divertente scoprire tutto grazie alle chiacchierate con la squadra! :D

Un articolo di Er Pupo

Puoi trovarmi su Twitter o Facebook

Se mi trovo qui é perché sono romano: ho conosciuto Marco all’expocartoon di Roma quando ancora era un fanboy SEGA, scriveva su un sito di Videogiochi che seguivo e si faceva chiamare TMO (senza l’articolo). Con la morte del Dreamcast TMO impazzì, e ne seguirono una serie di eventi (durati 10 anni e passa) che senza motivazione apparente mi hanno portato a scrivere su Beavers. Sapevo di TMO project quando ancora era nella testa di Timo, anche se non ho ancora ben capito cosa sia, e sono a conoscenza della passione, il tempo ed i soldi che ha dedicato da anni a questa parte. Ancora mi chiedo però cosa significasse la sua vecchia mail, “mamameg” (rischierei la scomunica ndTMO) pero’ sono felice e onorato di essere qui. I miei vizi sono solo sigarette e gaming, dunque va da se’ che sto’ sempre senza na lira (cosa che ci accomuna un pò tutti, su questo sito ndTMO)!

07 ottobre 2014 Categoria: Comics Destiny

Ci sono 12 commenti

Commenti

  • kingkilium

    Perchè, ci sono le istuzioni? Il gioco non ti spiega nulla, le cose o le scopri da solo o te le dice qualche amico in chat….
    Bellissima la foto di TiMO che balla in testa alla statua XD

    • http://beavers.it/ Marco Giammetti

      Abbiamo espresso male il concetto. :D
      Le “carte grimorio” servono proprio da manuale, se ci pensi. ;D

    • kingkilium

      Ah, allora servono a qualcosa oltre a far ottenere il relativo trofeo?! XD

  • http://beavers.it/ Er`Pupo de Beavers.it

    Una nota: gli articoli compaiono con la mia firma, ma in realtà è frutto anche di Marco.

    • kingkilium

      Praticamente TiMO è il tuo ghost writer :O

    • http://beavers.it/ Er`Pupo de Beavers.it

      esatto :V

    • http://beavers.it/ Marco Giammetti

      O semplicemente Timo lo usa per scrivere in modo pessimo e dare la colpa a qualcun altro! :V

  • Luca Zanella

    Io invece in Destiny sono niubberrimo :V

    • http://beavers.it/ Marco Giammetti

      Gioca con noi, non fare il tymido!

    • Luca Zanella

      ma sono un livellino piccino picciò

    • http://beavers.it/ Marco Giammetti

      E che fa. Guarda che ci si diverte lo stesso, e poi se ti fai un paio di missioni a livello alto cresci ancora più velocemente. E becchi loot importante.

    • Luca Zanella

      Con la mia fortuna becco loot impotente :V

Speciali

uncharted_header

Speciale Uncharted

Con la pubblicazione della Nathan Drake Collection su Ps4 finalmente tutti (non tutti) gli episodi di Uncharted sono stati rimessi a nuovo. Nuova grafica, nuova risoluzione, nuovo sistema di mira, 60fps e texture in abbondanza! Ne approfitto per parlarne un pò a modo mio, come al solito no major spoiler anche perchè Sony dice che [...]

CSVrHv6WsAAFqoX

PSW’15 – Playstation Conference [parte 2]

Tekken 7 Torna anche il picchiaduro Namco. E’ il “sette” in ordine di uscita, ma la storia che lega i personaggi funge da prequel dell’intera serie. Gran Turismo Sport (esclusiva) Torna su PS4 GT, ma sarà incentrato pesantemente sull’online, tanto che hanno annunciato una cosa che potrebbe essere fantastica quanto inutile: le prove online dei [...]

pwg2015_comic_beavers

PSW’15 – Playstation Conference [parte 1]

Ricicliamo una vecchia striscia (opportunamente modificata :V), perchè il 27 Ottobre 2015, in quel di Parigi, si è consumata l’ennesima tragedia in casa Microsoft: Playstation organizza un media briefing per la Paris Games Week e droppa. Droppa ancora. Droppa di peso. Tra qualche istante si racconterà cosa, ma ritorneremo sul discorso “Console War” a fine [...]