beavers.it
Cos'è
Beavers?
Se non sapete perchè siete qui questo è il posto giusto dove iniziare.
χ

Cos’è un “esclusiva temporale”?

Dopo i DLC, i DLC esclusivi in base al negozio (la morte) ed i giochi con “60 minuti di gameplay in più” in base alla piattaforma, l’ultimo baluardo della tristezza è l’esclusiva temporale. In pratica, come ho detto sopra, è come se fare innamorare qualcuno di voi a pagamento con la condizione che dopo 3 mesi va in giro a fare delle gang bang.

Insomma, alla luce dei fatti che si tratta puramente di soldi, la cosa che mi fa ridere è che magari viene spinto un gioco di terze parti in modo massiccio “esclusiva!”, “only for”, “ce l’abbiamo duro solo noi”, per poi vedere lo stesso identico titolo, magari pure migliorato, su tutte le piattaforme. WiiU escluso ovviamente.

Quante volte è capitato? Praticamente sempre, da Street Fighter per Super Nes a Ninja Gaiden (sigma, sigma 2, supersigma, ipersigma) ed il nuovo Tomb Raider, annunciato esclusivamente per fine 2015 non sarà da meno. Porca miseria, è successo anche con Ryse e Dead Rising 3.
Secondo me è una cosa inutile.

Un articolo di the TMO

Puoi trovarmi su Twitter o Facebook

per gli amici Timo, è in realtà Marco E. Giammetti, sul pianeta terra dal 1979 e grafico dal giorno prima. Ha cominciato a mettere le appiccicaticce manine sui videogame all’ età di 3 anni con un Vic 20 e non ha più smesso di giocare da quella data in poi, frequentando sale giochi malfamate e rischiando più volte la bocciatura a scuola per tentare di uccidere quell’ ultimo maledetto boss.

12 Agosto 2014
Categoria: Comics

Commenti

8 risposte a “Cos’è un “esclusiva temporale”?”

  1. Luca Zanella ha detto:

    Oppure è quando piove solo sulla tua testa…

  2. kingkilium ha detto:

    Bellissima :D
    Concorso sulla tristezza infinita, specie a causa delle dichiarazioni sibilline di Square e M$.

  3. E pensare che la “notizia” è stata anche uno dei punti focali della conferenza Microsoft. A me dispiace dirlo, ma il futuro di Xbox One non lo vedo affatto roseo.

  4. asavaris ha detto:

    si chiama “strategia commerciale”. Succede in quasi tutti i campi: le cose costano tanto, sono esclusive, sono “in”, poi via via perdono valore e diventano accessibili a tutti. Le esclusive, si sa, sono le vere killer application; le vuoi giocare al “day one”, devi pagare di più.

    • Marco Giammetti ha detto:

      In questo caso la “strategia commerciale” è stato dire “vogliamo rendere Tomb Raider l’uncharted dell’ Xbox”. Con la differenza che 3 mesi dopo TombRaider te lo giochi su Ps3 e Ps4 e PC (Ovviamente migliorato e patchato, pure) mentre per giocare Uncharted su Xbox ti devi fare un trip di quelli pesanti.

    • asavaris ha detto:

      il bello è che Uncharted un tempo era il “tomb rider” per PS3… ;)

  5. Lucacat ha detto:

    Questa è LEGGENDARIA. XD

Lascia un commento

Speciali

Speciale Uncharted

[HTML1] Con la pubblicazione della Nathan Drake Collection su Ps4 finalmente tutti (non tutti) gli episodi di Uncharted sono stati rimessi a nuovo. Nuova grafica, nuova risoluzione, nuovo sistema di mira, 60fps e texture in abbondanza! Ne approfitto per parlarne un pò a modo mio, come al solito no major spoiler anche perchè Sony dice […]