beavers.it
Cos'è
Beavers?
Se non sapete perchè siete qui questo è il posto giusto dove iniziare.
χ

Colpo di scena (act1)

E mi alzo alle 6 di mattina. Mi dico, tanto sarò l’unico imbecille ad andare la davanti a quell’ ora. Me la prendo comoda, giro per il parcheggio (vuoto) e ne approfitto per prendere un cappuccino ad un bar vicino (ahahah, la rima!).

Torno al parcheggio, un freddo allucinante, la macchina è gelata e ovviamente si è rotto pure il riscaldamento (è rotto da tipo 3 mesi, ma ora si sente di più)… scendo, faccio le foto al parcheggio VUOTO tranne una macchina, 2 simpatici ragazzi di napoli che si erano fatti un viaggio giusto per venire all’ inaugurazione.

Chiacchieriamo, ovviamente erano dei simpatici Sonari, attirati dal mitico richiamo “playstation 3 a 111 euro” che tanto era stato sbandierato tra internet e giornali.

Arrivano altri 3 simpatici ragazzetti che parlano di console modificate e pirateria varia (certo, sonari, ovvio) che mi chiedono cosa sia venuto a prendere…

Io ci penso su, gli rispondo che sono venuto a prendere anche io la ps3 e che se stava davvero 111 euro me ne prendevo pure 2. Sono ancora le 7, mancano 2 ore, e i piedi oramai sono quasi insesibili. Una guardia giurata ci viene a prendere per il culo così come tutti i dipendenti del ipermercato (avrò capiro si e no 10 parole nonostante io sia di qui).

Alle 8 siamo gia mezzi morti a mo di zombie di dead rising, messi tutti in linea davanti alla porta. Cominciano ad arrivare altri ragazzetti, aggiunti ai classici tamarri (uno dei quali magicamente passa davanti a tutti, è una tecnica spettacolare ragazzi, dovete provarla anche voi, basta far finta di conoscere qualcuno che è davanti, masticare una gomma, avere i peli che escono dalla camicia, potete usarne anche di finti, e un crocifisso al collo)…

E io sono li. In prima fila, come un IMBECILLE, da 2 ore morto di freddo, pensando ancora a che cacchio dovrei comprare una volta entrato dentro a sto maledetto mediaworld.
Arrivano le hostess, cominciano i classici cori “faccela vedè”, io me la rido perchè intanto mi caco addosso visto che ho quasi 1000 euro in tasca. Prendo coraggio, cerco di calmarmi, ma alle 8.30 la folla era diventata veramente FOLLA, c’era un sacco di gente. Pensavo tra me e me… non c’è bisogno di spingere, non c’è bisogno di correre, tanto mica vorranno tutti ste cazzo di console strascontate.

Si avvicina un signore che chiede quali fossero gli sconti su una lavatrice e viene seviziato e insulato neanche avesse bestemmiato nel peggior modo umanamente possibile.

Mancano 2 minuti, la protezione civile entra in scena, si mette davanti alle porte dall’ interno (ma tanto ovviamente non hanno alcuna intenzione di fermarci, anzi) e siamo pronti. Un ultiom sguardo e dico “ragazzi con calm…” e le porte si aprono.

Ora non lo so, come ho fatto, mi sarò teletrasportato fino all’ entrata del DANNATO mediaworld ma ero li. Primo. Con un fiatone assurdo e l’asma che mi stava uccidendo. Parate di Hostess, tutte che applaudivano, io mi rimetto in ordine, aprono il cancelletto e via… si va. Eccomi, nel regno dello sconto.

Lo sconto…
Lo sconto…
Lo sconto…

Lo sconto magari era sul biglietto da fare con la moglie del direttore marketing del mediaworld visto che, incredibilmente, avevano i prezzi PIU ALTI su TUTTA LA MERCE rispetto al negozio INTERNO dello stesso SUPERMERCATO.

Mi dico: cacchio, il 360 a 299! è quello che i ragazzi mi hanno consigliato! mi fiondo!… Penso fossero i primi 360 realizzati, forse erano addirittura in terracotta.

Ci riprovo! la ps3! era scontata! 111 euro!… moltiplicati per 3. e neanche bastava. 399 euro. E che me ne faccio?!

Quale era l’unica console in sconto? il wii.
Cosa ha fatto timo? si è preso un Wii ed è uscito. Incazzato. Nero.
Sono arrivato a lavoro. Ho dato il Wii al mio capo, il mio capo strafelice, io che bestemmiavo in aramaico.

Mi metto al pc, prendo un pò di numeri, chiamo il mio negoziante, aspetto l’ora di pranzo, cazzeggio con Acarolla via Gtalk, finisco sto progetto che parla di tumori che mi sta facendo venire l’angoscia e, dopo un abbondante pranzo dai fratelli la bufala vado da Carlo.

Eccomi qui.
Timo Sonaro.

399 euro di ps3 + Motorstorm e Resistence e Cavo HDMI. E sabato TV nuova.
Baffanculo al Mediaworld, sono in piedi dalle 6, mi fa male la testa e devo faticare ancora come minimo altre 6 ore.

Mai più.

ah ovviamente il mio capo il wii me l’ha pagato. Non è che stiamo qui a fare beneficenza.

Un articolo di the TMO

Puoi trovarmi su Twitter o Facebook

per gli amici Timo, è in realtà Marco E. Giammetti, sul pianeta terra dal 1979 e grafico dal giorno prima. Ha cominciato a mettere le appiccicaticce manine sui videogame all’ età di 3 anni con un Vic 20 e non ha più smesso di giocare da quella data in poi, frequentando sale giochi malfamate e rischiando più volte la bocciatura a scuola per tentare di uccidere quell’ ultimo maledetto boss.

09 Dicembre 2007
Categoria: Comics

Commenti

Lascia un commento

Speciali

Speciale Uncharted

[HTML1] Con la pubblicazione della Nathan Drake Collection su Ps4 finalmente tutti (non tutti) gli episodi di Uncharted sono stati rimessi a nuovo. Nuova grafica, nuova risoluzione, nuovo sistema di mira, 60fps e texture in abbondanza! Ne approfitto per parlarne un pò a modo mio, come al solito no major spoiler anche perchè Sony dice […]