beavers.it
Cos'è
Beavers?
Se non sapete perchè siete qui questo è il posto giusto dove iniziare.
χ

Game Dev Tycoon

Indie è una parola direttamente derivata dall’albionico Indipendent, che, tradotto nella lingua di Dante stà a significare Indipendente. Chi lo aveva già indovinato può ritenersi vincitore di una caramella succhiata virtuale.

Game Dev Tycoon

Indie è una parola direttamente derivata dall’albionico Indipendent, che, tradotto nella lingua di Dante sta a significare Indipendente. Chi lo aveva già indovinato può ritenersi vincitore di una caramella succhiata virtuale.

Un po’ di storia contemporanea.

Ora torniamo a noi. Negli ultimi cinque anni il fenomeno Indie è esploso. Orde ed orde di nerdoni sudati sono tornati a chiudersi nei garages, negli scantinati e nelle camera a casa della mamma per programmare e tradurre in pixel i loro sogni e le loro idee. La quantità di titoli indipendenti (ovvero senza publisher) è cresciuta a dismisura nell’ultimo periodo grazie a piattaforme come XBLA, Playstation Network e soprattutto Steam. Ed è proprio grazie alla piattaforma del paffuto e rotundo Gabe che sono venuto in possesso di Game Dev Tycoon.

Cliff Blechi?

Game Dev Tycoon è un progetto indie di un team (2 fratelli Austriaci) molto molto ed ancora molto ispirato da GameDev Story su iOs (se avete un iphone o un ipad compratelo ieri). In buona sostanza, si assume il ruolo di uno sviluppatore di videogiochi, fondata la propria software house durante gli psichedelici anni 80 si hanno 35 anni per crescere e sviluppare I titoli AAA del millennio e ridefinire l’industria. Fantastico.

Il gioco aveva catturato la mia attenzione in un articolo sulla rete di una simpatica feature anti pirateria che avevano inserito nel gioco. Se la copia del gioco è illlegale, all’interno del gioco stesso, tutti i sim cominceranno a piratare i tuoi giochi, facendoti perdere la partita.

L’idea era originale ed ho seguito il progetto su Steam Greenlight ed ora che è uscito l’ho comprato.

Blip Blop ed Animazioni.

Scordatevi il comparto tecnico.

No davvero, passate pure al prossimo paragrafo. Non ci sono dialoghi doppiati, pochissimi effetti sonori, soundtrack quasi inesistente, pochissimi sprite bidimensionali e quasi nessuna animazione. Come dicevo, scordatevi il lato tecnico perchè questo gioco è poco più che un’avventura testuale.

Il nocciolo della questione.

Ed allora perchè sprecarsi a recensire Game Dev Tycoon? Perchè addirittura giocarlo, chiederà il pacioccoso undicenne che si annida nell’antro oscuro delle nostre anime e si nutre solo di TPS, FPS e AAA assortiti?

Perchè Game Dev Tycoon è un signor gestionale!

Il gioco è complesso, decine di variabili contribuiscono al gameplay ed ogni singola mossa va calcolata e ponderata.

Il gameplay è rigorosamente in tempo reale, I giorni passano inesorabili e si deve scegliere come amministrare le proprie risorse ed il proprio team. Ogni azione porterà via del tempo, facendo avanzare l’orologio. Ed ad ogni mese dovrete pagare le spese d imantenimento della software house.

I soldi in entrata arrivano da due fonti: I contratti lavorativi e le vendite dei giochi.

Nella Parte superior dello schermo si trovano 4 indicatori ed una barra di avanzamento.

Bugs: Non ci piacciono, vengono create casualmente e vanno corretti prima della release dei nostri giochi.

Design: Viene generato durante la programmazione di un gioco. Importa sulla valutazione finale del prodotto. Più è alta la capacità di Design del nostro team più alto sarà il valore generato. Alcune categorie di giochi richiedono più design che Tecnology.

Tecnology: L’altra metà dello sviluppo. Il funzionamento è uguale al design ma impatta I giochi in cui la tecnica bruta importa più del lato artistico. Ad esempio, un Racing Simulation ne trarrà molto beneficio.

Research: Viene generato casualmente (a seconda del valore dell’attributo Research del vostro team ovviamente) e consente di sviluppare nuove tecnologie e nuovi argomenti per I videogiochi.

Eh si, perchè starà a voi scegliere che gioco creare, combinando un Topic ed un Genere. Ed I Topic (argomenti per I non anglofoni) sono davvero tanti, e si combinano più o meno bene con I generi. Ad esempio, Vampiri ed RPG è una combinazione eccezionale, mentre Business ed Adventure non funzionano molto bene assieme. Se a questo aggiungiamo anche che potremo scegliere il target di età dei nostril giochi, la console di destinazione (che ci costerà più o meno denaro, avrà una percentuale di diffusione sul mercato, ed una predisposigione per fasce di età e generi) le variabili crescono a dismisura.

Realizzare i titoli perfetti sarà molto difficile, ma dannatamente gratificante!

Ed il tutto si complica quando sceglieremo di sviluppare i nostri motori di sviluppo. Potremo scegliere il tipo di grafica, il tipo di sonoro, che feature aggiungere al gioco, il tipo di gameplay ed una miriade di altre possibilità!

Ogni gioco da noi sviluppato riceverà poi una valutazione da quattro differenti riviste, ed il voto ottenuto verrà paragonato all’hype generato dalla nostra strategia di marketing per calcolare le nostre vendite. Difficile a dirlo e difficile a farlo. La bancarotta è sempre dietro l’angolo (forse chiamare la mia software house THQ non è stata una grande idea…).

Ed a tutto questo si aggiungono fans guadagnati o persi, copie piratate, mods amatoriali, bug inaspettati e patch, scam di principi Nigeriani (non stò scherzando…) ed altro ancora.

Giocare tutti in compagnia è più bello!

Nope. Niente multiplayer, sarebbe ridicolo. Passiamo oltre.

Il giudizio universale.

Il gioco è di nicchia, non ci sono dubbi, ma se vi piacciono I gestionali con Game Dev Tycoon cadrete dritti dritti nella trappola di SidMeyeriana memoria del “ancora un turno e poi stacco”.

E poi costa solo un deca. Supportiamoli questi sviluppatori suvvia.

null8.5

Un articolo di Prophet

Puoi trovarmi su Twitter o Facebook

Sono capitato su questo sito di pazzi parecchio tempo fa, un semplice lettore come voi comuni mortali, ed il sito era differente allora; tutto era più semplice a quei tempi. Ma un giorno cominciarono le recensioni, e sentii un disturbo nella forza. TMO, Pupo e LostTrainDude erano soli e disperati, e solamente il successore della divina recensione di Hokuto poteva salvarli, ma era occupato. Quindi ho cominciato a dare una mano io. Gioco ai videogiochi da quando convinsi i miei genitori a regalarmi un Master System per Natale, e da allora non c'è stato giorno in cui non abbia trovato un modo per fare una partita ad un qualunque sistema di intrattenimento elettronico. Questo purtroppo ha generato in me un errore critico di sistema, da cui è nato Casimiro; personificazione di tutto ciò che c'è di sbagliato e corrotto nella community dei videogiocatori. Almeno ci fa ridere.

13 settembre 2013 Categoria: Comics Review

Ci sono 10 commenti

Commenti

  • the_TMO

    Grazie luca per questa rece! Spacca! :D

    • Luca Zanella

      Piacere mio caro TMO, piacere mio :D
      È bello vedersi publicati.

    • Luca Zanella

      Ed agiungo anceh che la vignetta è fantastica XD

  • Marco Pirazzoli

    la striscia è… è… TiMO sei un pirla ma sei bravissimo!!!!

    • the_TMO

      XD grazie Marco ^^

    • Marco Pirazzoli

      a quante hai toccato le tette?

    • the_TMO

      In generale o vestio da shy guy?

    • Marco Pirazzoli

      LO SAPEVO CHE QUEL PERSONAGGIO ERA AUTOREFERENZIALE!!!!!

  • http://erpupo.wordpress.com/ Er`Pupo de Beavers.it

    Meanwhile….

    • Luca Zanella

      Me la bullo :D

Speciali

uncharted_header

Speciale Uncharted

Con la pubblicazione della Nathan Drake Collection su Ps4 finalmente tutti (non tutti) gli episodi di Uncharted sono stati rimessi a nuovo. Nuova grafica, nuova risoluzione, nuovo sistema di mira, 60fps e texture in abbondanza! Ne approfitto per parlarne un pò a modo mio, come al solito no major spoiler anche perchè Sony dice che [...]

TMO's Beavers è un marchio registrato
Creato e diretto da Marco Giammetti dal 2004 a oggi.
Programmazione Augusto Silvino | Grafica, xhtml e css by Marco Giammetti | Creato con orgoglio su Wordpress
Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione sono coperti da copyright è quindi vietata la riproduzione anche parziale di contenuti sia grafici che testuali senza autorizzazione.

TMO's Beavers è un prodotto Tmoproject