beavers.it
Cos'è
Beavers?
Se non sapete perchè siete qui questo è il posto giusto dove iniziare.
χ
Wii Fit U, diario di allenamento aggiornato una volta alla settimana

La seconda settimana (fallimento numero 1)

Partiamo dal principio che sono stato poco bene ed ho dimenticato il Fit Meter sempre a casa, quindi mi sono allenato poco; nonostante abbia perso ben 200 grammi non si può dire che sia stato per Wii Fit U!

Il compagno di viaggio

Il Fit Meter ormai lo conoscete, vi da non solo l’accesso al gioco completo ma anche a 2 sfide che danno una ragione d’esistere all’ aggeggio, oltre che a contare i dati del MET: La sfida di arrampicata e la sfida di distanza. In queste due schermate potrete scegliere quale percorso “emulare” con il vostro stile di vita grazie al contapassi e l’altimetro. Ogni volta che collegherete il Fit Meter al Gamepad (di solito quando cominciate una nuova partita, ma potete farlo in qualsiasi momento) i vostri passi ed i dislivelli verranno aggiunti al percorso che avete scelto. Non avendo ancora raggiunto nessun risultato totale non so esattamente cosa ci sarà alla fine, ma suppongo robe simpatiche.

null
null
null

Molto carino il fatto che per ogni meta raggiunta viene data una spiegazione storica al luogo o al percorso. Quelle chicche inutili classiche Nintendo.
Vedremo quanti chilimetri farò nel corso di questi 3 mesi, ammesso che non dimentichi ancora il fit meter, al massimo lo attacco al cane, tanto non sta mai un attimo fermo!

Dolce equilibrio

Il gioco più infame che si possa pensare per un poveraccio che cerca di stare a dieta: in una situazione un pò Fantozziana, noi panzoni dobbiamo portare i dolci agli altri Mii senza farli cadere! Si cammina facendo il passo da fermo sulla Balance Board, si direziona il movimento girando il Gamepad nello spazio tridimensionale e contemporaneamente non dovrete far cadere a terra i dolci che avete sul vassoio, che è il Gamepad Stesso. Uno spasso esagerato, sopratutto quando si comincia a correre tentando di rimanere in equilibrio, il più delle volte con risultati pessimi.

null

La forma dei dolci è varia, quindi dovrete avere una strategia di equilibrio diversa ogni volta che ve ne capita uno, o una compo di più dolci da consegnare. Bellissimo e per quanto sia come sempre un minigioco è un ottimo modo per spezzare gli esercizi classici o volendo gli si può dedicare del tempo per migliorare il punteggio!

Per questa settimana è tutto, prometto maggiori aggiornamenti per la prossima visto che, a quanto pare, il raffreddore sembra passato.

Inizia l’allenamento!

Cosa succede la prima volta che parte Wii Fit U? Beh per prima cosa esce il logo! :V
Insomma vi ritrovate con una schermata in cui vi viene detto di attivare la Balance Board, senza la quale il gioco non funziona, come è ovvio che sia. In pochi attimi la Board è sincronizzata ed i precedenti dati di salvataggio di Wii Fit (3 giorni, ROTFL) vengono inglobati in Wii Fit U, se sono presenti sulla console ovviamente (ricordiamo il trasferimento dati più fico di sempre).

L’attimo dopo c’è il gioco che vi fa fare una foto, terribile fare le selfie con la telecamera WiiU, e c’è la pesata ed alcuni esercizi di equilibrio: la mia età fisica, secondo il fatto che non riesco a stare in equilibrio su una gamba e peso 86 chili è di 4 anni in più della mia età reale.

Meicoglioni.

Decido quindi quanto voglio perdere, secondo Wii Fit U il mio peso ideale sarebbero 75, che tipo ci pesavo a 16 anni, ma neanche. Quindi setto l’obiettivo e mi becco il primo cazziatone.

null
null
null

Giustamente il gioco mi fa notare che se perdo 7.5 chili in 1 mese come minimo muoio. Quindi risetto l’obiettivo: 3 mesi.

null

Andiamo avanti. L’interfaccia di gioco è sempre quella classica della serie Fit, pulsantoni, scrittone, e ne approfitto per attivare finalmente il Wii Fit Meter. Aprendo la scatola dell accessorio infatti mi sono chiesto “ma come si fa? come si usa?”, bene, è tutto spiegato nel gioco stesso, quando ad un certo punto vi viene detto che avete solo la versione di prova e potete attivare il Fit Meter per sbloccare la versione perenne del gioco.

null

Nel caso si voglia cancellare il contenuto del Fit Meter o semplicemente passare ad un altro utente bisogna reiniziallizare il device, occhio.

null

Ed ovviamente non dovete tenerlo addosso durante l’allenamento.

null

Il “cosino” ha diverse opzioni, il contapassi, l’altimetro, ed ha alcune opzioni di regolazioni ed il conteggio dei Met.

null

Ma cosa sono i Met?

null

No, non la Meth, i Met. E’ il metodo che usa Wii Fit U per calcolare le calorie bruciate, una media matematica. Una fregnaccia volendo, sopratutto se non fate gli esercizi bene, però per loro stessa ammissione non è assolutamente un dato certo.

null

Quindi finalmente arriva il momento di fare un pò di movimento. Finalmente Wii Fit U porta un programma di allenamento, basato sul calcolo Met, che permette di scegliere il proprio obiettivo giornaliero, sia come Kilo Calorie che come tempo da dedicare al gioco. Il che rende le cose più semplici da gestire e le opzioni presenti permettono di randomizzare il tutto (sicuramente più divertente e meno da routine) oppure scegliere una tipologia. Palloso.

null

Una volta iniziato l’allenamento quindi si arriva fino alla fine. Il primo giorno di allenamento è stato devastante, lo ammetto, perchè nonostante mi fossi comunque fatto una giornata intera di Bacchiatura delle Olive l’allenamento muscolare mirato è tutt’altra cosa!

Ci sono un paio di feature molto carine che non vedo l’ora di spulciare meglio, come la modalità Specchio durante gli allenamenti che permette di dividere lo schermo in split screen ed appoggiare il Gamepad frontalmente in modo da vedere come ci si sta allenando e le sfide dedicate al Fit Meter (che se non si è capito mi piace assai, sarà che mi ricorda il Gameboy, chi lo sa). Altra cosa bellissima è che il gioco è, per quanto decisamente scomodo, compatibile totalmente col Remote Play. Il che vuol dire che mentre la gente si diverte con i giochi seri voi potete continuare a fare i minchioni dimagrendo in un altra stanza, fuori dalla vista delle persone normali.

Il vero problema, rispetto ad altri software per Kinect tipo, è che bisogna avere sempre un “pulsante” a portata di mano, che sia del WiiMote (essenziale) o del Gamepad, un pò scomodo (ammetto di aver passato parecchio tempo a giocare a Your Shape).

Ad un rapido sguardo TUTTI i giochi presenti nei precedenti Wii Fit e Wii Fit Plus sono presenti, assieme a nuove sfide, solo che dopo aver fatto 30 minuti di allenamento mi sono sentito una mezza schifezza ed ho semplicemente dedicato il tempo a giocare a quella FIGATA TOTALE di Puzzle Squash, in cui ci si sposta marciando sul posto tentando di beccare i pannelli dello stesso colore in una specie di variante del match 3. Bellissimo.

Vedremo come procede, per ora ho perso secondo il gioco, 120 Kcal. E adesso scusatemi ma devo andarle a recuperare! :V

null

Preparazione!

IMG_8059

Avevo in mente questa idea fin dal primo Wii Fit, poi semplicemente me ne sono dimenticato. Ora che finalmente Wii Fit U è disponibile da scaricare, oltreutto gratuito per tutti per i primi 30 giorni (ammesso che abbiate una Balance Board) ho deciso di rimettermi in sesto. Parliamoci chiaro, non alzo le chiappe dalla sedia da almeno 3 anni, quindi mi basterebbe andare a correre o camminare o anche solo muovermi per ripristinare un minimo di decenza al mio corpo flaccido. Però fa freddo e quindi di uscire non se ne parla, Wii Fit U è un videogame, tanto vale la pena provarci e vedere che risultati porta movimento + nerditudine!

Mettiamo in ordine!

null

Questo fighissimo accessorio che ha venduto uno sfacelo è una di quelle idee bellissime che Nintendo sistematicamente lascia a marcire in un angolo, dimenticandosene. Fortunatamente dopo alcuni anni l’hanno rimessa in funzione, alla fine conosco persone che hanno comprato il Wii solo per Wii Fit e Wii Sport, quindi dovrebbero essercene un sacco in giro. La mia era una mezza schifezza piena di peli di gatto e polvere quando l’ho ritrovata.

null

Quindi il primissimo step e dargli un minimo di decenza, ripulendola!

null

Ora passiamo alla parte che preferisco, l’hacking

null

La WBB succhia batterie a valanga, calcolando che dovrò usarla con una certa continuità ed avendo la possibilità di lasciarla attaccata alle porte USB del WiiU, in modo da non dover cambiare le 4 stilo in continuazione, direi che la soluzione migliore è la batteria ricaricabile. Un aggeggio del genere costa 6€ e danno in omaggio anche la copertura per la Balance Board, che vedremo in seguito.

null

L’installazione è quanto di più semplice ci sia ed il filo passa sotto alla board, quindi zero fastidi.

null

Ora il nuovo accessorio, che da anche accesso al gioco completo, costa 19€.

null

Fa da contapassi e si collega direttamente al vostro profilo Mii. Una cavolata, però è l’ennesimo accessorio monouso Nintendo che non potevo non avere in casa! :V

null

Quindi direi che adesso sono pronto, i Wiimote con WM+ sono pronti, non resta che scaricare i vari giochi sportivi. E questa è un ottima scusa per saltare la prima settimana di allenamento! :V

null

Speciali

uncharted_header

Speciale Uncharted

Con la pubblicazione della Nathan Drake Collection su Ps4 finalmente tutti (non tutti) gli episodi di Uncharted sono stati rimessi a nuovo. Nuova grafica, nuova risoluzione, nuovo sistema di mira, 60fps e texture in abbondanza! Ne approfitto per parlarne un pò a modo mio, come al solito no major spoiler anche perchè Sony dice che [...]

CSVrHv6WsAAFqoX

PSW’15 – Playstation Conference [parte 2]

Tekken 7 Torna anche il picchiaduro Namco. E’ il “sette” in ordine di uscita, ma la storia che lega i personaggi funge da prequel dell’intera serie. Gran Turismo Sport (esclusiva) Torna su PS4 GT, ma sarà incentrato pesantemente sull’online, tanto che hanno annunciato una cosa che potrebbe essere fantastica quanto inutile: le prove online dei [...]

pwg2015_comic_beavers

PSW’15 – Playstation Conference [parte 1]

Ricicliamo una vecchia striscia (opportunamente modificata :V), perchè il 27 Ottobre 2015, in quel di Parigi, si è consumata l’ennesima tragedia in casa Microsoft: Playstation organizza un media briefing per la Paris Games Week e droppa. Droppa ancora. Droppa di peso. Tra qualche istante si racconterà cosa, ma ritorneremo sul discorso “Console War” a fine [...]