beavers.it
Cos'è
Beavers?
Se non sapete perchè siete qui questo è il posto giusto dove iniziare.
χ

The Last of Us will live Beyond, with his loyal Watch_Dogs!

braz

Questo è, pressappoco, un ottimo riassunto di quello che le aziende volevano dirci all’E3 di quest’anno. Eravamo tutti zitti zitti a cercare di percepire il ticchettìo di qualche bomba, ma niente. Solo qualche minicicciolo.

Visto dall’E3, il mondo dei videogiocatori sembra muoversi per diventare un mondo di ballerini, cantanti da cantina e atleti, tutti dotati di costosissimi aggeggi per il fatto che i tradizionali controller sono diventati ormai troppo mainstream. Eppure, in mezzo alla montagna di cacca che ci hanno propinato tutte le aziende che si presentavano, erano seppelliti – sotto sotto – alcuni piccoli potenziali tesori. Con una maschera antigas, ce li hanno fatti vedere.

Procediamo con ordine.

 

MICROSOFT

Cosa speravamo prima della conferenza

 

Cosa è accaduto realmente

Come Mr. Spock ha constatato, niente bombe.

Halo 4 – Sono un po’ indietro con la serie ma devo dire che mi ha dato l’impressione di avere un gameplay chiatto. Mostri “nuovi” anche se mi ricordano vagamente i bullsquid di Half Life (che fosse una trollata del Gaben? :V). Pollice in su, per me! Guardando la presentazione, con Er’Pupo e Timo, ironizzavamo su quanto Metroid avesse insegnato e continui ancora a farlo ai videogiochi di questo genere. All’inizio del video, oltretutto, quasi aspettavamo davvero che Samus uscisse dalla sfera gigante.

Tomb Raider – E’ tipo da Tomb Raider 3 che non gioco ad un titolo della serie, infatti il fatto che sia un reboot mi fa tirare un sospiro di sollievo. Anche se profuma molto di Uncharted, hanno reso una diciannovenne Lara molto umana. Durante tutto il gameplay mostrato alla conferenza e durante altro materiale precedente, si fa male praticamente in tutti i modi possibili (dai semplici schiaffi al viaggetto nelle rapide), inorridisce spesso e si difende da potenziali abusi sessuali alla maniera di Mike Tyson vs. Evander Holyfield. Insomma sembra un bel pacchetto di azione al cardiopalma.

No, non è una dimostrazione delle funzionalità Kinect per Tomb Raider, è semplicemente uno sfottò di Wreckateer (cioè Angry Birds, cioè Crush The Castle).

Pare alzare di molto il livello complessivo di tutta la conferenza. Sembra addirittura oscurare Gears of War 4 e Resident Evil 6, che è sembrato, per i primi momenti, un po’ “posticcio”, anche se si è ripreso lungo la strada. Assieme ad un Assassin’s Creed con il nome cambiato in Splinter Cell, per il resto, non ha fatto altro che mostrare: l’ennesimo Call of Duty; quanto è inutile ancora il Kinect (“Un aggeggio che serve per salutarsi da soli in faccia alla televisione” cit. Oink); l’ennesimo non-gameplay di Fable: The Journey (non che ne morissi dalla voglia, in effetti); quant’è bello il football americano; quant’è bello Joe Montana che urla i comandi vocali; quanto sono belli i tablet; quanto è bello ballare come Usher.

Resident Evil 6

Poi, vabbè, è arrivato South Park!

 

EA

Sport, sport, sport, Battlefield, Medal of Honor (non mi chiedo perchè li separino, semplicemente perchè non voglio spendere i soldi necessari per scoprirlo), Burnout Need For Speed: Most Wanted e la “zyngarata” social con Sim City Social.

Degni di nota, in mezzo al ciarpame, per me sono stati: Crysis 3 che, facendo pieno sfoggio del CryEngine 3 fa soffrire preventivamente la memoria delle schede grafiche dei nostri PC (anche se il gioco è stato mostrato su X360) con acqua ed esagoni dappertutto, perfettamente coerente con lo stile CryTek; Dead Space 3 che, oltre a mostrarsi in ottima forma, fa vedere degli stralci di co-op.

Niente scuse per la figura di merda fatta fare a Mass Effect.

 

UBISOFT

Con la sola eccezione di Just Dance 4 e del gioco degli Avengers (che più che altro, si è mostrato solo in un trailer in CG), Ubisoft è riuscita a spiccare. Su Internet gira voce che i Maya l’avessero previsto, ma poco importa.

Far Cry 3 – Trenta secondi di porno tribale con tanto di pubblico che, dopo altri 30 secondi, balla una sorta di Haka. Poi immersione in quello che trovo essere un gioco molto interessante, rovinato poi alla conferenza Sony con qualcosa di stranamente molto più “anziano” della versione presentata qui.

Rayman Legends – Sembra essere uno spasso sia per single player, sia per (e soprattutto, pare) il multiplayer (fino a 5 su WiiU), grazie a quella che sembra essere una grande varietà di cose da fare durante il gioco. Molto divertente sembra essere anche la parte contenente elementi rhythm. C’è da vedere da chi è stata pensata, se da qualcuno già interno o dalla quantità infinita di game designers che nell’ultimo anno hanno risposto all’annuncio e sono stati chiamati a colloquio.

ZombiU – Presentato più nella conferenza Nintendo che qui, il suo non è nemmeno un working title! Se non fosse stato per i filmati del gameplay come quello su Gametrailers, ci saremmo dovuti accontentare di un trailer in CG. Il gioco mi attizza, così come m’attizza il permakill (se muori, è stato un piacere, usi un altro personaggio). Figata che poi il personaggio che è stato infettato precedentemente poi te lo ritrovi contro.

Shitstorm Mania Shootmania Storm – Sembra essere un giocone. Il lato “admin” mi ha ricordato quella meravigliosa per Half Life 2 che è Overwatch; il lato “player” invece quella perla free che è Warsow, uno degli FPS più caffeinomani e infartiferi che conosca. A breve parte la Beta e sul sito ufficiale ci si può iscrivere. Che aspettate? :V

Watch_Dogs – Signori: applausi. Questa davvero personalmente non me l’aspettavo da Ubisoft. Un open-world così pieno di dettagli e – notizia bomba – per QUESTA generazione di console davvero mi fa sbavare. Partendo da una base che potrebbe benissimo alimentare le teorie dei complottisti, il gioco ha componenti di spionaggio che – anche se il “niente è nuovo sotto il Sole” è una regola fondamentale del Game Design – profumano di fresco in questo genere. Per il resto quella che sembra essere la cura dell’ambientazione (la pioggia, i dialoghi, l’AI degli PNG neutrali, il vento) e la solita dose di cattiveria, infarcita di botte e colpi di pistola, ma senza dimenticare la tenerezza (il protagonista salva un uomo da morte probabile durante una sparatoria, in realtime, come azione prevista ma non necessaria), mi fanno venire una scimmia esagerata. MUST BUY, seriamente.

Non considero, qui, Splinter Cell e Assassin’s Creed 3.

 

SONY

Vergogna. Immensa vergogna. Non vi siete scusati per il brevetto delle pubblicità nei videogiochi, non avete cacciato UN gioco PSVita (a riguardo, no comment per Smash Bros PlayStation All-Stars Battle Royale) e avete ROTTO LE PALLE PER MEZZ’ORA con un prodotto che è l’equivalente dei videogiochi-sorpresa su CD presenti nelle confezioni di cereali (con tutto il rispetto per i veri videogiochi-sorpresa su CD presenti nelle confezioni di cereali). Con Wonderbook\Book Of Spells\Come si chiama lui – anche a giudicare dall’ansia sul volto del suo espositore, che pareva sul punto di scoppiare a piangere per chiedere pietà alla comunità – il facepalm è stato planetario.

Gli unici veri titoli, già adorati da tutti sono Beyond (3yond, per gli amici) e la perla: The Last of Us.

Beyond – David Cage segue il filone di Heavy Rain, ovviamente e pare fare un bellissimo utilizzo delle tecniche messe in chiaro dalla tech demo “Kara”. Il breve trailer in real time ci fa, infatti, venire il durello ai nervi ottici e, a dimostrare che è tutto vero, c’è già in giro un video di 23 minuti di gameplay ripreso con una fotocamera. Peccato però che, di fatto, fa tutto lei. Noi guardiamo e premiamo un tasto, alla peggio.

The Last of Us – Mi ero disinteressato, ammetto. Avevo sentito qualcosa a riguardo e, inconsciamente, pure lo confondevo con I Am Alive, con il quale, inutile dirlo, non ha niente a che vedere. The Last of Us mi ha lasciato, invece, incuriosito per i primi Uncharteddiani minuti di presentazione, per poi lasciarmi seriamente di stucco per tutta la durata della fase d’azione. A prescindere dalla situazione di precaria e strenua sopravvivenza che sembra caratterizzare tutti i personaggi, protagonisti e antagonisti, ho adorato, più che in Watch_Dogs, il dettaglio e sono rimasto sconcertato dalle reazioni dei personaggi. C’è partnership quando c’è rischio di essere scoperti, quando si viene colpiti e automaticamente ci si accerta delle condizioni altrui, c’è sofferenza per ogni cazzotto e pallottola presa, c’è cacaggioaddosso quando il nemico si accorge che hai finito i proiettili e la tua arma fa solo “click”, c’è reattività quando la ragazzina colpisce con un mattone in piena faccia quello che starebbe per ridurti ad un colabrodo. Le colluttazioni le ho trovate impressionanti, così come il realismo delle ferite. L’unico terrore è che sia un gioco che duri poco. Naughty Dog colpisce ancora e fa della PS3 una console da comprare.

Un “Not Bad” se lo merita God of War: Ascension.

Un efficace riassunto della conferenza Sony

 

NINTENDO

Nonostante si fossero già spiattellati tutto tra leaks vari e la pre-conferenza, confermando che WiiU è una vera e propria trolling machine, da Nintendo ci si aspettava la bomba di Iwata. La tempesta di fuoco che accendesse finalmente la speranza dei videogiocatori di tutto il mondo.

Iwata's Bomb

Anche se le premesse erano valide, con l’annuncio di Pikmin 3 e la dichiarazione di Reggie, che parlava di oltre 20 giochi per WiiU, tutto è andato abbastanza a rotoli. Non ci aspettavamo che nella lista fossero compresi i minigiochi di Nintendo Land.

ZombiU (ora che ci penso, perchè non chiamarlo ZombiiU?), ha mostrato una feature che è pane per i glitchofobici. Mentre, infatti Reggie faceva queste facce:

 

Sullo schermo appariva ciò:

Se Scribblenauts: Unlimited era sembrato bello, il fatto che poi esca ugualeuguale per 3DS pure fa storcere un po’ il naso. Il porting di Batman: Arkham City. Stupendi Castlevania, Paper Mario e Luigi’s Mansion 2 e LEGO City: Undercover, però già annunciati da tempo.

Nintendo Land – cito un Tweet di cui non ritrovo più l’origine, “Non vedo l’ora di mettere le mani su Nintendo Land per giocarci una decina di minuti e poi mai più.”. Scherzi a parte, potrebbe essere un bel modo alternativo per farti abituare al controller e alle sue funzionalità. In quest’ottica potrebbe essere molto better than exp. E’ che noi volevamo sentire Metroid, Zelda (diversamente da Battle Quest incluso in Nintendo Land), noi siamo capricciosi.

E niente, quest’è stato. 12 minigiochi, 2 titoli che si conoscevano da un anno, ZombiU e Pikmin 3. Stop.

 

Sapiente descrizione del finale della conferenza Nintendo

 

Riassunto dell'E3, visto da casa.

E, con le dovute precisazioni, aggiungiamo un ultimo parere esterno:

 

Con la conferma che Watch_Dogs sarà per PS3\X360, le conferenze non ci hanno fatto vedere niente che fosse nextgen. Al posto suo lo faranno grandi assenti sui palchi (Star Wars: 1313), ma presenti a Los Angeles.

Meanwhile, tra i vari booth pare stia accadendo questo…

(Tutte le immagini, tranne quella della faccia zombata di Reggie e l’header, opera delle mani del TMO, sono tutte provenienti dagli utenti geniali di NeoGAF)

Commenti

Speciali

uncharted_header

Speciale Uncharted

Con la pubblicazione della Nathan Drake Collection su Ps4 finalmente tutti (non tutti) gli episodi di Uncharted sono stati rimessi a nuovo. Nuova grafica, nuova risoluzione, nuovo sistema di mira, 60fps e texture in abbondanza! Ne approfitto per parlarne un pò a modo mio, come al solito no major spoiler anche perchè Sony dice che [...]

CSVrHv6WsAAFqoX

PSW’15 – Playstation Conference [parte 2]

Tekken 7 Torna anche il picchiaduro Namco. E’ il “sette” in ordine di uscita, ma la storia che lega i personaggi funge da prequel dell’intera serie. Gran Turismo Sport (esclusiva) Torna su PS4 GT, ma sarà incentrato pesantemente sull’online, tanto che hanno annunciato una cosa che potrebbe essere fantastica quanto inutile: le prove online dei [...]

pwg2015_comic_beavers

PSW’15 – Playstation Conference [parte 1]

Ricicliamo una vecchia striscia (opportunamente modificata :V), perchè il 27 Ottobre 2015, in quel di Parigi, si è consumata l’ennesima tragedia in casa Microsoft: Playstation organizza un media briefing per la Paris Games Week e droppa. Droppa ancora. Droppa di peso. Tra qualche istante si racconterà cosa, ma ritorneremo sul discorso “Console War” a fine [...]