beavers.it
Cos'è
Beavers?
Se non sapete perchè siete qui questo è il posto giusto dove iniziare.
χ

Discussione: Anonimi e PSN

anonimi

Una serata al quartier generale di “Operazione Sony”

Sono quasi due giorni che il Playstation Network non funziona. Sono due giorni che i tecnici Sony non sanno dove mettere le mani. E’ un giorno che si accusa Anonymous dell’attacco, ma loro smentiscono.

Ieri sera ero abbastanza alterato. Da ieri sera infatti sono ufficialmente in ferie pasquali e volevo godermi un pò la vita “casalinga” con la mia ragazza e i miei videogiochi, invece qualcosa o qualcuno ha scombussolato i miei piani, e quando questo succede, a prescindere dai miei programmi, mi rode a livelli disumani.

Vengo a sapere che i problemi al PSN potrebbero essere dovuti a degli attacchi esterni ( parole di James Gallagher, PSblog europeo ), e già i fulmini cominciarono a cadere da nuvole a forma di maschera.

Cerco di nascondere l’agitazione nonostante qualche parolaccia uscisse dalla mia bocca, e continuo a controllare le mie fonti per aggiornare beavers con qualche news succulenta che in effetti non tarda ad arrivare: “Anonymous will allow the usage of PSN to anyone who submits their credit card details. A quel punto, dalla mia bocca è uscito il Miglio Verde.

Entro nel canale IRC dell’ “Operazione Sony” di Anon per offenderli pesantemente, e trovo la conferma di ciò che la news pubblicata diceva, ma leggo anche alcuni Op (i moderatori del canale) che smentiscono di essere stati loro (Anonymous) ad effettuare l’attacco.

Leggo inoltre un tipo di Machinima.com che cerca di acquistare un intervista da uno di loro, e quando vede che nessuno se lo fila comincia a chiedere il perchè di quest’attacco pesante. Gli Op cominciano a rispondere “Chiedilo a Sony”, e per tutta risposta si beccano un “no, ditemelo voi”. A quel punto un Op con il nick Cake comincia a dire “perchè Sony vuole bannare tutti gli IP di cui è venuto a conoscenza”.

A quel punto mi incuriosisco e cerco di capirne di più.

Contatto in query questo Cake, gli mando il link della notizia riportata anche su beavers e gli chiedo perchè stessero facendo questo.

Lui mi risponde “chiedilo a Sony”. A quel punto mi travesto da pollo e gli faccio credere che sono disposto a dargli la carta di credito per giocare, ed ovviamente mi risponde subito dicendomi che potevo darli a lui. Io gli chiedo della garanzie, e lui mi da l’out-out “basta messaggi privati, sono un pò occupato ora, a meno che tu non voglia darmi la tua carta di credito”.

Mi incavolo (eufemismo) e gli faccio credere di essere un loro supporter e di essere deluso perchè in tutti i casi non si può approfittare di una cosa del genere per chiedere i dati della carta di credito, sia se l’attacco è causa loro o meno.

Non mi risponde più. Butto un occhio al canale e vedo che un altro Op dice che l’attacco è opera di Anonyous e ne esalta gli Hackerpoteri.

A quel punto stacco, è tardi e ho sonno, ma un idea me la sono fatta.

Per aver reso pubblico il dubbio che dietro i blackout del PSN potrebbe esserci un azione di terzi significa che in effetti qualcosa c’è, d’altronde Sony non ha ammesso di essere sotto attacchi DDOS anche quando lo sapevano tutti. Si potrebbe pensare anche ad un incapacità dei tecnici Sony, il mega bug dell’anno bisestile ce lo ricordiamo tutti, ma penso che tecnicamente tra le due problematiche ci passi un oceano.

Ora, il fatto che questo affare Sony abbia portato tanti Hacker sotto l’ala protrettrice di Anon potrebbe essere una chiave di lettura.

Che ci sia un gruppo che ha partecipato ai precedenti attacchi e ora sta agendo per conto suo rimanendo realmente nell’anonimato?

Le dichiarazioni di Sony e Anonymus potrebbero essere comunque dei paraventi per tutti e due:
La prima ha dichiarato che la causa potrebbe essere un attacco esterno per nascondere magagne tecniche causate da loro stessi, i secondi invece potrebbero avere dichiarato di non essere loro per far credere a tutti di rimanere fedeli alla loro “linea morale” di non colpire l’utenza Sony.

Di sicuro ieri sera, per me, si sono mischiate le carte ancora di più.

L’unica certezza è che dei tipi, sotto il nome Anonymous, stanno cercando di trarre vantaggi dalla situazione, a prescindere dal fatto che i veri Anonymus siano dietro a tutto questo o meno. Anche il famoso Cake mi stava prendendo in giro? Non mi sembra una cosa molto intelligente da fare ( soprattutto in quel modo ) se vuoi che qualcuno creda veramente che tu, dietro a questo “casino”, non centri nulla.

A voi i commenti.

[Grande Andrea. ndTMO]

Commenti

  • http://cafe.beavers.it/members/xsecuzione/ Er`Pupo

    Intanto, è di oggi la notizia che alcuni sviluppatori che avevano uscite importanti in questi giorni sul psn se la stanno prendendo con gli hacker su twitter.

    Penso che la chiave di lettura sia davvero giusta.

  • Pingback: PSN “spento” per limitare i danni. Microsoft contenta. « Beavers

  • http://cafe.beavers.it/members/mdk7/ Mdk7

    Articolo SPETTACOLARE, molto migliore di quelli letti sui siti specializzati.
    Complimenti proprio, di cuore.

Speciali

uncharted_header

Speciale Uncharted

Con la pubblicazione della Nathan Drake Collection su Ps4 finalmente tutti (non tutti) gli episodi di Uncharted sono stati rimessi a nuovo. Nuova grafica, nuova risoluzione, nuovo sistema di mira, 60fps e texture in abbondanza! Ne approfitto per parlarne un pò a modo mio, come al solito no major spoiler anche perchè Sony dice che [...]

CSVrHv6WsAAFqoX

PSW’15 – Playstation Conference [parte 2]

Tekken 7 Torna anche il picchiaduro Namco. E’ il “sette” in ordine di uscita, ma la storia che lega i personaggi funge da prequel dell’intera serie. Gran Turismo Sport (esclusiva) Torna su PS4 GT, ma sarà incentrato pesantemente sull’online, tanto che hanno annunciato una cosa che potrebbe essere fantastica quanto inutile: le prove online dei [...]

pwg2015_comic_beavers

PSW’15 – Playstation Conference [parte 1]

Ricicliamo una vecchia striscia (opportunamente modificata :V), perchè il 27 Ottobre 2015, in quel di Parigi, si è consumata l’ennesima tragedia in casa Microsoft: Playstation organizza un media briefing per la Paris Games Week e droppa. Droppa ancora. Droppa di peso. Tra qualche istante si racconterà cosa, ma ritorneremo sul discorso “Console War” a fine [...]